SCENE DI PAGLIA: IN PREVENDITA BIGLIETTI E ABBONAMENTI PER IL FESTIVAL DEI CASONI E DELLE ACQUE

Dal 23 giugno al 6 luglio, 17 spettacoli nei luoghi che caratterizzano il territorio tra Padova e la Saccisica. L’abbonamento a 8 spettacoli costa 30 euro. Sette eventi ad ingresso gratuito, gli altri con biglietti dai 5 ai 20 euro<(h3>

scenedipaglia_immagine-iconaSono aperte le prevendite per i biglietti e gli abbonamenti di SCENE DI PAGLIA 2013, il “Festival dei casoni e delle Acque” curato da Fernando Marchiori, che per la quinta edizione ospiterà per due settimane – dal 23 giugno al 6 luglio – i protagonisti del teatro nazionale e internazionale nei luoghi simbolo delle comunità rurali del territorio della Saccisica e della provincia padovana, tra casoni, piazze, scuderie, palazzi, barchesse e, da quest’anno, anche castelli e fattorie.

Il progetto, che coinvolge quest’anno dieci Comuni – con un nuovo importante palcoscenico, quello della Città di Padova – farò incontrare al pubblico artisti del calibro di César Brie, Marco Martinelli/Teatro delle Albe, Saverio La Ruina, Maurizio Camilli, Luca Ronga, Tam Teatromusica, Tiziano Scarpa e Marta Dalla Via.

Continua a leggere

SCENE DI PAGLIA: TRA CASONI, FATTORIE E CASTELLI, IL TEATRO RIFLETTE SUL PRESENTE RANNUVOLATO E GUARDA PIÙ LONTANO

Dal 23 giugno al 6 luglio, nei luoghi che caratterizzano il territorio tra Padova e la Saccisica, l’edizione 2013 del festival propone 17 spettacoli con debutti e incontri

Scena verticale_Italianesi_phAMaggioDieci i Comuni coinvolti, con l’ingresso della città di Padova. Tra gli ospiti César Brie, Marco Martinelli, Gianni Minà, Saverio La Ruina, Giuliano Scabia, Teatrino Giullare, Balletto Civile

Da cinque anni anima le sere d’inizio estate della Saccisica e del Conselvano, invitando i protagonisti del teatro nazionale e internazionale nei luoghi simbolo delle comunità rurali del territorio della provincia padovana; in cinque anni è diventato appuntamento consolidato con lo spettacolo dal vivo, creando occasioni di incontro e di suggestione tra gli artisti, il pubblico e gli ambienti che raccontano una storia collettiva, come casoni, piazze, scuderia, palazzi, barchesse e, da quest’anno, anche castelli e fattorie.

Torna dunque SCENE DI PAGLIA, il “Festival dei casoni e delle Acque” curato da Fernando Marchiori, che per l’edizione 2013 accoglierà artisti come César Brie, Marco Martinelli/Teatro delle Albe, Saverio La Ruina, Maurizio Camilli, Luca Ronga, Tam Teatromusica, Tiziano Scarpa e Marta Dalla Via.

Dal 23 giugno al 6 luglio SCENE DI PAGLIA coinvolgerà dieci Comuni della Saccisica: e, per questa edizione, il Festival potrà contare anche su un nuovo importante palcoscenico, quello della Città di Padova: proprio dal Castello dei Carraresi, infatti, la rassegna avrà inizio, con KARAMAZOV di César Brie. Continua a leggere

SCENE DI PAGLIA 2012: 4000 PRESENZE

Si è chiusa domenica 8 luglio la quarta edizione di Scene di paglia, festival dei casoni e delle acque, che vede il Comune di Piove di Sacco coordinatore di una rete sempre più ampia di amministrazioni e di una proposta sempre più articolata. Coinvolgendo anche Conselve, Campolongo e Chioggia, l’iniziativa si è svolta quest’anno in 12 comuni, tra le province di Padova e Venezia. 16 gli spettacoli, distribuiti in 12 giornate (con sei serate a pagamento); due prime regionali, un’anteprima per il festival e due eventi in esclusiva per Piove di Sacco. Parte integrante del festival sono stati anche il concerto inaugurale nella piazzetta del Teatro Filarmonico, un laboratorio di illustrazione per bambini in collaborazione con la Biblioteca comunale (molto partecipato) e due mostre. Circa quattromila complessivamente i partecipanti, di cui oltre mille paganti.

Ma aldilà dei numeri (pure straordinari per una manifestazione che vuol essere popolare e raffinata nello stesso tempo e che si rivolge a un territorio piuttosto frammentato e dispersivo), quel che più importa rilevare è che Scene di paglia ha saputo creare un vero e proprio pubblico, che segue con curiosità e interesse le diverse proposte del festival. Un pubblico in cui s’incontrano abitanti del territorio e ospiti provenienti un po’ da tutta la regione, attratti dalla particolarità di una formula che mette in dialogo spettacoli e luoghi, spettatori e artisti, tradizione e innovazione. Continua a leggere